Un week end intenso per la chiusura della Fiera del Levante, dedicato da Città dei Bimbi a temi importantissimi, come l’insegnamento e le difficoltà che i docenti incontrano nell’approccio alle diversità e ai problemi dei ragazzi, la letteratura che parla d’infanzia ma punta a raggiungere gli adulti e le corrette abitudini alimentari.

Sabato 16 settembre nel padiglione 138 di Famiglie è in programma alle 10.30 un  workshop dedicato a come potenziare la mente che apprende con la didattica inclusiva. Un seminario dedicato in particolar modo a docenti e insegnanti a cura di Isabella Bennardi, responsabile del Cnis – Coordinamento nazionale insegnanti specializzati di Brindisi.  In Fiera alla Fiera del Levante di Bari la Bennardi, che si occupa di formazione nel campo dei DSA, disturbi specifici di apprendimento, di didattica Speciale e dei Gift Children, con Adele Maria Veste, laureata in matematica e docente di scuola secondaria di secondo grado, nonché membro del Grimed (gruppo di ricerca matematica e difficoltà), spiegherà che mettere in campo, o meglio tra i banchi, l’idea di una scuola inclusiva, prevede un ampliamento dell’offerta formativa, e di conseguenza l’innalzamento della qualità dell’insegnamento, creando una rete di collaborazione solida tra famiglia, scuola e territorio (enti ed associazioni).

Durante il workshop sono previsti i contributi a cura di Vito Di Bari, presidente della Cooperativa “Voglia di Bene” e di Domenico Di Conza, direttore dell’Istituto Europeo Pegaso – Centro Nazionale per la Certificazione delle Competenze.

Da segnalare un focus speciale dedicato ai DSA (disturbi specifici dell’apprendimento). L’appuntamento è per sabato 16 settembre alle 16 e permetterà alle famiglie di capire meglio cosa si intende per disturbo dell’apprendimento, a chi rivolgersi in caso di sospetta dislessia, come affrontare le diagnosi e come richiedere l’indennità di frequenza scolastica. L’attività sarà coordinata dalla dottoressa Daniela Bilanzuoli.

Una novità speciale a Famiglie in Fiera la porterà Caterina Calamo, venerdì 15 settembre e domenica 17 settembre solo in mattinata. Con la dolcissima Baby Girl, un golden retriever di 7 anni e l’operatrice Patrizia Castellano, spiegherà i benefici della Pet Terapy. Caterina Calamo, psicologa perinatale e psicoterapeuta familiare, esperta in DSA e Terapie Assistite dall’Animale (Pet therapy), offrirà consulenze gratuite a famiglie; inoltre per coloro che saranno interessati, verranno offerti insieme ad una coppia coadiutore-cane formata ai sensi della legge Regione Puglia n.10 del 18/10/2016 in materia di Interventi Assistiti dagli Animali, brevi momenti di interazione ludica con Baby Girl, certificata sotto il profilo sanitario e comportamentale. I benefici della Pet Therapy sono ormai ampiamente noti: il cane, mediatore emozionale e facilitatore delle relazioni sociali, offre ai bambini la possibilità di proiettare le proprie sensazioni interiori costituisce un’occasione di scambio affettivo e di gioco.
Il cane induce nel bambino uno stato di sicurezza affettiva che favorisce il relazionarsi con il mondo esterno, l’espressività, l’esploratività e l’equilibrio emotivo.
Il cane quindi è certificato sotto un profilo sanitario e comportamentale, sarà condotto al guinzaglio, affiancato costantemente dal proprio conduttore, e interagirà con gli interessati, in brevi attività che richiedono piccoli spazi, soltanto previo consenso dei genitori.

Domenica 17 settembre invece, nel padiglione 138 di Famiglie in Fiera siamo pronti a sfogliare libri e ad interrogare autori su temi tosti, come la difficoltà di avere un figlio e l’escalation di sovraesposizione dei bambini nel mondo dello spettacolo e dello show business. Alle 12,00  si dialoga con Tommy di Bari, autore di Sarò vostra figlia se non mi fate mangiare le zucchine. Storia di un’adozione. (Cairo editore). Nel libro c’è la storia di una giovane coppia che cerca di realizzare la più appassionante delle rivoluzioni: costruire una famiglia. Tommy e Doriana vogliono un figlio, lo desiderano ardentemente ma, come recita un antico detto ebraico, quando l’uomo pensa, Dio ride. E così i due vengono risucchiati in un percorso fatto di controlli, analisi, terapie di Gonal F, inseminazioni, fivet, tour religiosi in cerca della grazia, e diete stimolanti a base di peperoncino scaricate dalla rete. Il figlio però non arriva. Il tragicomico pellegrinaggio in lungo e in largo attraverso lo stivale continua tra ospedali, cliniche private, camici bianchi e camici sporchi.

Alle 17.00 invece spazio a Bellissime. Baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite. Un libro scritto da Flavia Piccinni e presentato da Rosy Paparella, docente ed esperta Diritti dell’Infanzia che racconta con il metodo del reportage le mini modelle in passerella a Pitti Bimbo, i piccoli attori in attesa del ciak, nei backstage delle riviste patinate, dei cataloghi e delle pubblicità. Dai centri commerciali del napoletano alle periferie toscane, passando per la riviera romagnola e l’hinterland milanese, Bellissime racconta di sfilate e concorsi di bellezza, di sogni che a volte si trasformano in incubi, di ambizioni e di speranze.

Alle 19.00 invece scatta l’ora di cena a Famiglie in Fiera con Antonella Millarte, coordinatrice della Guida Buongusto di Puglia e Basilicata della Gazzetta del Mezzogiorno. Un vero cooking show alla scoperta delle bontà del pesce, alimento sano e necessario per tutta la famiglia, con una serie di consigli per risparmiare sulla spesa famigliare. Partecipano Paola Sorrentino, produttrice di birra artigianale; Michele D’Agostino, presidente Unione Cuochi Puglia; Franco Lanza, presidente Associazione Cuochi Baresi e le lady chef Lucia Viggiano e Vittoria Saracino. Al termine, visita gratuita al Museo della Birra.

Vi aspettiamo, fino al 17 settembre, a Famiglie in Fiera!

Print Friendly, PDF & Email